Archivi categoria: Febbraio20

Meditazione di Venerdì 28 Febbraio 2020 – “La vera Ricchezza”

Meditazione di Venerdì 28 Febbraio 2020 – “La vera Ricchezza”

Vangelo di Marco 10:17-22
Mentre Gesú usciva per la via, un tale accorse e, inginocchiatosi davanti a lui, gli domandò: «Maestro buono, che cosa devo fare per ereditare la vita eterna?» Gesú gli disse: «Perché mi chiami buono? Nessuno è buono, tranne uno solo, cioè Dio. Tu sai i comandamenti: “Non uccidere; non commettere adulterio; non rubare; non dire falsa testimonianza; non frodare nessuno; onora tuo padre e tua madre” ». Ed egli rispose: «Maestro, tutte queste cose le ho osservate fin dalla mia gioventú». Gesú, guardatolo, l’amò e gli disse: «Una cosa ti manca! Va’, vendi tutto ciò che hai e dàllo ai poveri e avrai un tesoro in cielo; poi vieni e seguimi». Ma egli, rattristato da quella parola, se ne andò dolente, perché aveva molti beni.

Seguici e contattaci attraverso:
la nostra pagina Facebook: https://www.facebook.com/chiesaadirho/
il nostro sito web: http://www.adirho.org/
il nostro canale Youtube: https://www.youtube.com/channel/UCgdxBEudyTazcpfKT7PzVSg/feed

Dio ti benedica!

Meditazione di Giovedì 27 Febbraio 2020 – “Bisogna che Egli Gesù cresca e che io diminuisca!”

Meditazione di Giovedì 27 Febbraio 2020 – “Bisogna che Egli Gesù cresca e che io diminuisca!”

Giovanni 3:25-31
Nacque dunque una discussione sulla purificazione, tra i discepoli di Giovanni e un Giudeo. E andarono da Giovanni e gli dissero: «Rabbí, colui che era con te di là dal *Giordano, e al quale rendesti testimonianza, eccolo che battezza, e tutti vanno da lui». Giovanni rispose: «L’uomo non può ricevere nulla se non gli è dato dal cielo. Voi stessi mi siete testimoni che ho detto: “Io non sono il Cristo, ma sono mandato davanti a lui”. Colui che ha la *sposa è lo sposo; ma l’amico dello sposo, che è presente e l’ascolta, si rallegra vivamente alla voce dello sposo; questa gioia, che è la mia, è ora completa. Bisogna che egli cresca, e che io diminuisca. Colui che viene dall’alto è sopra tutti; colui che viene dalla terra è della terra e parla come uno che è della terra; colui che vien dal cielo è sopra tutti.

Seguici e contattaci attraverso:
la nostra pagina Facebook: https://www.facebook.com/chiesaadirho/
il nostro sito web: http://www.adirho.org/
il nostro canale Youtube: https://www.youtube.com/channel/UCgdxBEudyTazcpfKT7PzVSg/feed

Dio ti benedica!

Meditazione di martedì 25 febbraio 2020 – “Corriamo con perseveranza fino alla fine della corsa”

Meditazione di martedì 25 febbraio 2020 – “Corriamo con perseveranza fino alla fine della corsa”

Ebrei 12: 1-3
Anche noi, dunque, poiché siamo circondati da una cosí grande schiera di testimoni, deponiamo ogni peso e il peccato che cosí facilmente ci avvolge, e corriamo con perseveranza la gara che ci è proposta, fissando lo sguardo su Gesú, colui che crea la fede e la rende perfetta. Per la gioia che gli era posta dinanzi egli sopportò la croce, disprezzando l’infamia, e si è seduto alla destra del trono di Dio. Considerate perciò colui che ha sopportato una simile ostilità contro la sua persona da parte dei peccatori, affinché non vi stanchiate perdendovi d’animo.

Seguici e contattaci attraverso:
la nostra pagina Facebook: https://www.facebook.com/chiesaadirho/
il nostro sito web: http://www.adirho.org/
il nostro canale Youtube: https://www.youtube.com/channel/UCgdxBEudyTazcpfKT7PzVSg/feed

Dio ti benedica!

Meditazione di Lunedì 24 Febbraio 2020 -“Tutta la terra è piena della gloria di Dio”

Meditazione di Lunedì 24 Febbraio 2020 -“Tutta la terra è piena della gloria di Dio”

Isaia 6:1-7
Nell’anno della morte del re Uzzia, vidi il Signore seduto sopra un trono alto, molto elevato, e i lembi del suo mantello riempivano il *tempio. Sopra di lui stavano dei serafini, ognuno dei quali aveva sei ali; con due si copriva la faccia, con due si copriva i piedi, e con due volava. L’uno gridava all’altro e diceva: «Santo, santo, santo è il Signore degli eserciti! Tutta la terra è piena della sua gloria!» Le porte furono scosse fin dalle loro fondamenta dalla voce di loro che gridavano, e la casa fu piena di fumo. Allora io dissi: «Guai a me, sono perduto! Perché io sono un uomo dalle labbra impure e abito in mezzo a un popolo dalle labbra impure; e i miei occhi hanno visto il Re, il Signore degli eserciti!» Ma uno dei serafini volò verso di me, tenendo in mano un carbone ardente, tolto con le molle dall’altare. Mi toccò con esso la bocca, e disse: «Ecco, questo ti ha toccato le labbra, la tua *iniquità è tolta e il tuo peccato è espiato».

Seguici e contattaci attraverso:
la nostra pagina Facebook: https://www.facebook.com/chiesaadirho/
il nostro sito web: http://www.adirho.org/
il nostro canale Youtube: https://www.youtube.com/channel/UCgdxBEudyTazcpfKT7PzVSg/feed

Dio ti benedica!

Culto di Domenica 23 Febbraio 2020

Culto di Domenica 23 Febbraio 2020

Marco 16:1-8 / 17-18
La risurrezione e l’ascensione di Gesù Cristo
1 Passato il sabato, Maria Maddalena, Maria, madre di Giacomo, e Salome comprarono degli aromi per andare a ungere Gesù. 2 La mattina del primo giorno della settimana, molto presto, vennero al sepolcro al levar del sole. 3 E dicevano tra di loro: «Chi ci rotolerà la pietra dall’apertura del sepolcro?» 4 Ma, alzati gli occhi, videro che la pietra era stata rotolata; ed era pure molto grande. 5 Entrate nel sepolcro, videro un giovane seduto a destra, vestito di una veste bianca, e furono spaventate. 6 Ma egli disse loro: «Non vi spaventate! Voi cercate Gesù il Nazareno che è stato crocifisso; egli è risuscitato; non è qui; ecco il luogo dove l’avevano messo. 7 Ma andate a dire ai suoi discepoli e a Pietro che egli vi precede in Galilea; là lo vedrete, come vi ha detto». 8 Esse, uscite, fuggirono via dal sepolcro, perché erano prese da tremito e da stupore; e non dissero nulla a nessuno, perché avevano paura.
17 Questi sono i segni che accompagneranno coloro che avranno creduto: nel nome mio scacceranno i demòni; parleranno in lingue nuove; 18 prenderanno in mano dei serpenti; anche se berranno qualche veleno, non ne avranno alcun male; imporranno le mani agli ammalati ed essi guariranno».

Seguici e contattaci attraverso:
la nostra pagina Facebook: https://www.facebook.com/chiesaadirho/
il nostro sito web: http://www.adirho.org/
il nostro canale Youtube: https://www.youtube.com/channel/UCgdxBEudyTazcpfKT7PzVSg/feed

Dio ti benedica!

Culto di Martedì 18 Febbraio 2020 – “Io sono colui che sono!”

Culto di Martedì 18 Febbraio 2020 – “Io sono colui che sono!”

Esodo 3: 13-22
La missione di Mosè
13 Mosè disse a Dio: «Ecco, quando sarò andato dai figli d’Israele e avrò detto loro: “Il Dio dei vostri padri mi ha mandato da voi”, se essi dicono: “Qual è il suo nome?” che cosa risponderò loro?» 14 Dio disse a Mosè: «Io sono colui che sono». Poi disse: «Dirai così ai figli d’Israele: “l’IO SONO mi ha mandato da voi”». 15 Dio disse ancora a Mosè: «Dirai così ai figli d’Israele: “Il SIGNORE, il Dio dei vostri padri, il Dio d’Abraamo, il Dio d’Isacco e il Dio di Giacobbe mi ha mandato da voi”. Tale è il mio nome in eterno; così sarò invocato di generazione in generazione. 16 Va’, raduna gli anziani d’Israele e di’ loro: “Il SIGNORE, il Dio dei vostri padri, il Dio d’Abraamo, d’Isacco e di Giacobbe mi è apparso, dicendo: Certo, io vi ho visitati, ho visto quello che vi fanno in Egitto 17 e ho detto: Io vi farò uscire dall’Egitto, dove siete maltrattati, verso il paese dei Cananei, degli Ittiti, degli Amorei, dei Ferezei, degli Ivvei e dei Gebusei, in un paese nel quale scorre il latte e il miele”. 18 Essi ubbidiranno alla tua voce e tu, con gli anziani d’Israele, andrai dal re d’Egitto e gli direte: “Il SIGNORE, il Dio degli Ebrei, ci è venuto incontro; perciò lasciaci andare per tre giornate di cammino nel deserto, per offrire sacrifici al SIGNORE, nostro Dio”. 19 Io so che il re d’Egitto non vi concederà di andare, se non forzato da una mano potente. 20 Io stenderò la mia mano e colpirò l’Egitto con tutti i miracoli che io farò in mezzo a esso; dopo questo, vi lascerà andare. 21 Farò sì che questo popolo trovi favore presso gli Egiziani e, quando ve ne andrete, non ve ne andrete a mani vuote; 22 ma ogni donna domanderà alla sua vicina e alla sua coinquilina degli oggetti d’argento, degli oggetti d’oro e dei vestiti. Voi li metterete addosso ai vostri figli e alle vostre figlie, e così spoglierete gli Egiziani».

Seguici e contattaci attraverso:
la nostra pagina Facebook: https://www.facebook.com/chiesaadirho/
il nostro sito web: http://www.adirho.org/
il nostro canale Youtube: https://www.youtube.com/channel/UCgdxBEudyTazcpfKT7PzVSg/feed

Dio ti benedica!

“Vedendo che erano in affanno”

Culto di Domenica 16 Febbraio 2020 – “Vedendo che erano in affanno”

LA PAROLA

Marco 6: 45-52
Gesù cammina sul mare
45 Subito dopo Gesù obbligò i suoi discepoli a salire sulla barca e a precederlo sull’altra riva, verso Betsaida, mentre egli avrebbe congedato la folla. 46 Preso commiato, se ne andò sul monte a pregare.
47 Fattosi sera, la barca era in mezzo al mare ed egli era solo a terra. 48 Vedendo i discepoli che si affannavano a remare perché il vento era loro contrario, verso la quarta vigilia della notte, andò incontro a loro, camminando sul mare; e voleva oltrepassarli, 49 ma essi, vedendolo camminare sul mare, pensarono che fosse un fantasma e gridarono; 50 perché tutti lo videro e ne furono sconvolti. Ma subito egli parlò loro e disse: «Coraggio, sono io; non abbiate paura!» 51 Salì sulla barca con loro e il vento si calmò; ed essi più che mai rimasero sgomenti, 52 perché non avevano capito il fatto dei pani, anzi il loro cuore era indurito.

IL CULTO

[su_youtube url=”https://www.youtube.com/watch?v=MZGvrs2Wnhk&feature=youtu.be” width=”500″ height=”500″ autoplay=”no”]

IL MESSAGGIO

Gesù è attento ai nostri affanni.
Di solito ci sentiamo in affanno quando una prova, un dolore o un’afflizione si dilungano nel tempo,
quando il pianto prende il posto della gioia, quando il dubbio prende il posto della fiducia in Dio.
I discepoli, pur remando con tutte le loro forze, non riescono a raggiungere l’altra riva, a causa del vento a loro contrario. Il mare è in tempesta e le loro forze vengono meno.
Ecco, però, che Gesù va loro in soccorso, non lasciando i discepoli in balia del vento e della tempesta.
Allo stesso modo Gesù non ci lascia nell’affanno, in balia degli eventi che minacciano la nostra vita.
Egli calma la tempesta e fa tacere il vento, toglie dal nostro cuore l’affanno.
Perciò dobbiamo custodire Gesù nella nostra barca (cuore), poiché Lui porta quiete e pace.
Gesù è indispensabile, è Colui che dà respiro all’anima con la Sua presenza.
Non far mancare Gesù.
L’affanno porta a fare scelte sbagliate (vedi Luca 10:38-42), a volte è permesso da Dio per non addormentarci.
Ogni prova, dolore o afflizioni permesse dal Signore ci aiutano a rimanere svegli:
“La prova della nostra fede produce costanza”.
Egli è la soluzione ad ogni nostro affanno.
Stai ancora remando, desideri arrivare all’altra riva, cerca quindi ciò che è santo, rimani nell’amore di Dio, custodendo nel tuo cuore i Suoi sentimenti.
Lascia che Gesù raggiunga la tua barca e tutto si calmerà, il vento contrario non soffierà più, la tempesta si placherà e tu raggiungerai l’altra riva.
Dio ti benedica.

“Oh mio cuor
calmo sta
sta sicuro, al sicuro in Gesù”

S.V.

Culto di Domenica 09 Febbraio 2020 – “Io so … Dio!”

Culto di Domenica 09 Febbraio 2020 – “Io so … Dio!”

Geremia 29:11-13
11 Infatti io so i pensieri che medito per voi”, dice il SIGNORE: “pensieri di pace e non di male, per darvi un avvenire e una speranza. 12 Voi m’invocherete, verrete a pregarmi e io vi esaudirò. 13 Voi mi cercherete e mi troverete, perché mi cercherete con tutto il vostro cuore;

Seguici e contattaci attraverso:
la nostra pagina Facebook: https://www.facebook.com/chiesaadirho/
il nostro sito web: http://www.adirho.org/
il nostro canale Youtube: https://www.youtube.com/channel/UCgdxBEudyTazcpfKT7PzVSg/feed

Dio ti benedica!

Culto di Giovedì 06 Febbraio 2020 – “Viviamo da credenti maturi”

Culto di Giovedì 06 Febbraio 2020 – “Viviamo da credenti maturi”

Filippesi 3: 15-21
15 Sia questo dunque il sentimento di quanti siamo maturi; se in qualche cosa voi pensate altrimenti, Dio vi rivelerà anche quella. 16 Soltanto, dal punto a cui siamo arrivati, continuiamo a camminare per la stessa via.
17 Siate miei imitatori, fratelli, e guardate quelli che camminano secondo l’esempio che avete in noi. 18 Perché molti camminano da nemici della croce di Cristo (ve l’ho detto spesso e ve lo dico anche ora piangendo), 19 la fine dei quali è la perdizione; il loro dio è il ventre e la loro gloria è in ciò che torna a loro vergogna; gente che ha l’animo alle cose della terra. 20 Quanto a noi, la nostra cittadinanza è nei cieli, da dove aspettiamo anche il Salvatore, Gesù Cristo, il Signore, 21 che trasformerà il corpo della nostra umiliazione rendendolo conforme al corpo della sua gloria, mediante il potere che egli ha di sottomettere a sé ogni cosa.

Seguici e contattaci attraverso:
la nostra pagina Facebook: https://www.facebook.com/chiesaadirho/
il nostro sito web: http://www.adirho.org/
il nostro canale Youtube: https://www.youtube.com/channel/UCgdxBEudyTazcpfKT7PzVSg/feed

Dio ti benedica!

Culto di Martedì 04 Febbraio 2020 – “Vivi non da ospite ma da figlio di Dio!”

Culto di Martedì 04 Febbraio 2020 – “Vivi non da ospite ma da figlio di Dio!”

Luca 15:20-32
20 Egli dunque si alzò e tornò da suo padre. Ma mentre egli era ancora lontano, suo padre lo vide e ne ebbe compassione; corse, gli si gettò al collo e lo baciò. 21 E il figlio gli disse: “Padre, ho peccato contro il cielo e contro di te: non sono più degno di essere chiamato tuo figlio”. 22 Ma il padre disse ai suoi servi: “Presto, portate qui la veste più bella e rivestitelo, mettetegli un anello al dito e dei calzari ai piedi; 23 portate fuori il vitello ingrassato, ammazzatelo, mangiamo e facciamo festa, 24 perché questo mio figlio era morto ed è tornato in vita; era perduto ed è stato ritrovato”. E si misero a fare gran festa. 25 Or il figlio maggiore si trovava nei campi, e mentre tornava, come fu vicino a casa, udì la musica e le danze. 26 Chiamò uno dei servi e gli domandò che cosa succedesse. 27 Quello gli disse: “È tornato tuo fratello e tuo padre ha ammazzato il vitello ingrassato, perché lo ha riavuto sano e salvo”. 28 Egli si adirò e non volle entrare; allora suo padre uscì e lo pregava di entrare. 29 Ma egli rispose al padre: “Ecco, da tanti anni ti servo e non ho mai trasgredito un tuo comando; a me però non hai mai dato neppure un capretto per far festa con i miei amici; 30 ma quando è venuto questo tuo figlio che ha sperperato i tuoi beni con le prostitute, tu hai ammazzato per lui il vitello ingrassato”. 31 Il padre gli disse: “Figliolo, tu sei sempre con me e ogni cosa mia è tua; 32 ma bisognava far festa e rallegrarsi, perché questo tuo fratello era morto ed è tornato in vita; era perduto ed è stato ritrovato”».

Seguici e contattaci attraverso:
la nostra pagina Facebook: https://www.facebook.com/chiesaadirho/
il nostro sito web: http://www.adirho.org/
il nostro canale Youtube: https://www.youtube.com/channel/UCgdxBEudyTazcpfKT7PzVSg/feed

Dio ti benedica!